Brutta

Alessandro Canino

Eri una bambina 
la piu stretta della scuola 
eri un’acciughina 
Oggi hai quindici anni 
e piangi sola chiusa in bagno 
per la festa del tuo compleanno 

Tutti i tuoi amici 
guardano in salotto 
le altre fatte come attrici 
tu come un fagotto nello specchio 
non la smetti 
piangi e vedi solo i tuoi difetti. 

Brutta 
ti guardi e ti vedi brutta 
ti perdi nella maglietta 
e non vuoi uscire piu 

Cresceranno i seni 
chi ti prende in giro 
sono dei ragazzi scemi 
Ma quelle risatine dietro 
sembrano pugnali 
piangi e ti si appannano 
gli occhiali 
e il rimmel si strucca 
brutta 
ti guardi e ti vedi brutta 
ti senti sola e sconfitta 
e non vuoi parlare piu 

C’e allegria di la in salotto 
e nessuno si domanda dove sei 
vanno via ma io ti aspetto 
con in mano questi fiori 
Per poterti dire: 
“tanti auguri 
brutta” 

Qui nel tuo diario 
di nascosto leggo 
Il tuo dolore solitario 
questo non e giusto 
non lo sai che siamo amici 
piangi e non ti accorgi che mi piaci 
E mi piaci tutta 

Brutta 
Lo vedi che non sei brutta 
crescere e sempre una lotta 
la vita fuori ti aspetta 
ti aspetta insieme a me
Tiskni text z www.akordytexty.cz